Stefania Negro è conservatore e consulente d’arte, conduce la sua attività a contatto con i materiali contemporanei aggiornandosi costantemente nella metodologia applicata alla conservazione, all’analisi e procedimenti dell’arte del XX/XXI secolo.

Ha conseguito la Laurea in Tecnologie per i Beni Culturali presso l’Università degli Studi di Ferrara, specializzata in Diagnostica dell’Arte, con una tesi sulla Conservazione dell’Arte contemporanea e criticità nell’opera di Lucio Fontana.
E’ iscritta al Master specialistico presso l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze in Gestione e Conservazione dell’Arte Contemporanea.

Partecipa a numerosi Masterclass nazionali e internazionali aggiornandosi costantemente nella metodologia applicata alla conservazione della pittura acrilica di dipinti e all’analisi dei materiali, al Rijksdienst voor het Cultureel Erfgoed Netherland Institute for Cultural Heritage, Tate Modern e Courtauld London, University of Delawere, Cesmar7, CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche); e aggiornandosi sulle strategie di Conservazione Preventiva all’Università degli Studi di Urbino.

Dal 2006 si occupa di conservazione dell’arte contemporanea presso Fondazioni, Gallerie e Casa d’Aste di Milano, Torino, Roma e Firenze focalizzando il suo lavoro sullo stato di conservazione e tutela delle collezioni su base scientifica attraverso la strategia di monitoraggio e conservazione preventiva programmata.

Specializzata in Analisi multispettrali non invasive in Luce Visibile – Radente – Fluorescenza UV – Infrarosso Bianco/Nero – Infrarosso Falso/Colore, redige Condition Report Digitali sullo stato di conservazione per esposizioni temporanee, Condition Report finalizzati alla vendita e Documentazione Conservativa Digitale per esposizioni permanenti.

E’ consulente per gli artisti attraverso lo strumento dell’intervista diretta per redigere il documento conservativo e di tutela delle loro opere sia materiali, effimere e immateriali.

E’ Restauratore di Dipinti Murali del MiBACT, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, tra i numerosi interventi svolti partecipa al progetto di conservazione e restauro del Ciclo di Affreschi del ‘500 Lombardo di Bernardino Luini presso la Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore di Milano.

Tra le collaborazioni più significative quelle con il Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale di Torino per il Laboratorio Dipinti e per La Galleria Nazionale d’arte Moderna e Contemporanea di Roma sulla conservazione programmata dell’opera di Pino Pascali.

Dal 2013 collabora con i Musei Vaticani per il Laboratorio di Restauro Dipinti, partecipando al progetto di conservazione dei dipinti murali contemporanei della Galleria dei Candelabri realizzati dal Maestro Ludwing Seitz, svolgendo approfondimenti specifici sui materiali contemporanei con il Gabinetto delle Ricerche Scientifiche G.R.S. per la Ricerca e lo Sviluppo. Ha preso parte al restauro conservativo del Ciclo di Affreschi del ‘500 del complesso “Pontificio Santuario della Scala Santa”.
Attualmente è stata impegnata nell’intervista agli artisti StenLex nell’ambito di rigenerazione urbana del quartiere NOLO- Via Padova, Milano per l’Urban Art.

E’ consulente conservatore per il servizio Art Advisory, settore Arte Contemporanea, di Azimut Capital Management SGR S.p.A. sulla valutazione dello stato di conservazione del patrimonio artistico del collezionista.

Stefania Negro - Conservazione e gestione arte contemporanea